Visualizza articoli per tag: Italtel

Italtel, azienda multinazionale specializzata nella IT system integration, servizi gestiti, virtualizzazione di funzioni di rete (NFV), presenta oggi la sua ultima applicazione per la fruizione di servizi video in logica 5G, pensata per offrire migliori prestazioni di upload, minore latenza e maggiore durata della batteria dei dispositivi collegati.

i-EVS (Enhanced Video Services) di Italtel, evoluzione della sua applicazione Virtual Transcoding Unit (vTU), gira su una piattaforma di Multi-Access Edge Computing (MEC) ed è stata aggiornata con nuove funzionalità, inclusi meccanismi di contestualizzazione e localizzazione che consentono ai service provider di lanciare nuovi servizi a valore aggiunto.

In virtù delle funzionalità per il caching dei dati al bordo della rete, l’applicazione permette agli utenti, quando si trovano in ambienti affollati come centri commerciali, aeroporti o eventi sportivi, di accedere più rapidamente a specifici contenuti in base alla loro posizione, quali per esempio video o informazioni promozionali.

"La piattaforma MEC fornisce un livello virtualizzato che consente l'elaborazione veloce di contenuti ai margini della rete e rappresenta un passo fondamentale verso la creazione di un'infrastruttura di rete sperimentale che anticipa il 5G", ha affermato Giulio Gaetani, responsabile della Business Unit Software di Italtel.

“L'applicazione evidenzia il ruolo cruciale del paradigma di virtualizzazione delle funzioni di rete nella gestione dei parametri delle nuove architetture 5G".

Il Mobile World Congress vedrà la prima dimostrazione di i-EVS dopo i test iniziali nell'ambito del progetto 5G ESSENCE inserito nel programma di Horizon 2020. 5G ESSENCE affronta i paradigmi di Edge Cloud computing e "Small Cell as a Service", muovendosi verso una piattaforma altamente flessibile, scalabile e 5G-ready.

A Barcellona viene presentata una demo di i-EVS progettata in collaborazione con Athonet, partner commerciale e di ricerca di Italtel per le soluzioni mobili. Italtel e Athonet hanno costruito una soluzione LTE Mobile 4.5G completa (pronta per collegare la futura 5G New Radio) che include sia un LTE RAN sia una piattaforma MEC che ospita i-EVS.

L'obiettivo è simulare un ambiente mobile reale e abilitare una serie di servizi correlati alla realtà aumentata. La dimostrazione utilizza la soluzione MEC di Athonet, che consente di suddividere il traffico in modo selettivo in base a precise policy e guidarlo localmente per supportare la memorizzazione nella cache e la gestione dei contenuti e per supportare altre applicazioni che richiedono bassa latenza o offload locale (AR / VR, smart city, auto autonome, ecc.).

"Per creare un ambiente più ricco che supporti simultaneamente nuovi servizi come video HD e realtà aumentata, non ci stiamo solo occupando dell'evoluzione di questi, ma anche dell'evoluzione dell'infrastruttura di rete che supporterà l'elevato traffico richiesto dal 5G", ha detto Gaetani. Italtel sarà al Mobile World Congress insieme ad Exprivia e le due aziende esporranno il loro portafoglio completo di soluzioni per servizi 5G, smart city, smart energy, smart healthcare e Industry 4.0 (stand 2G10, hall 2, da lunedì 26 febbraio a giovedì 1 marzo).

CISCO Live!2016

Italtel annuncia la sua nuova applicazione basata su Enterprise SDN per la piena armonizzazione tra rete e servizi

CiscoLiveBerlin2016b_1Italtel, azienda leader nella Network Function Virtualization (NFV), nei Managed Services e nella comunicazione  All IP, annuncia Netwrapper, la sua prima applicazione in ambito Software Defined Networking (SDN) che correla rete e servizi, permettendo una proficua armonizzazione tra loro.

Sfruttando l’interazione con il controller Enterprise SDN Cisco (APIC-EM), Netwrapper di Italtel è in grado di individuare l’esigenza di banda di ciascun servizio e di determinare la corretta allocazione delle risorse di rete in modo da offrire all’utente la migliore “Quality of Experience”.

La nuova applicazione di Italtel sarà disponibile nel secondo trimestre del 2016 e opererà come il “policy engine” (attuatore delle policies) della soluzione Dynamic Admission Control: le policies di controllo delle applicazioni UC&C multi tecnologia verrano centralizzate e gestite in maniera dinamica da Netwrapper, che comunica sia con la rete (tramite il controller Cisco APIC-EM) sia con i ”call controller”.

Cisco Unified Call Manager (CUCM) e Microsft Skype per il Business saranno tra le prime applicazioni voce e video su IP a beneficiare di incrementi della QoE grazie all’uso di Netwrapper.

Siamo felici di poter annunciare Netwrapper. Questa rivoluzionaria applicazione conferma l’ingresso di Italtel nel mercato SDN Enterprise “ commenta Camillo Ascione, Head of System Integration Strategy & Marketing di ItaltelIl nostro sistema si fonda su un sofisticato algoritmo sviluppato grazie alle nostre forti competenze in ambito di system integration. Abbiamo realizzato un efficace “data model” in grado di indirizzare con un approccio SDN molte altre esigenze delle Enterprise”.

Phil Casini, Director of Product Management for Enterprise Networking di Cisco aggiunge ”Netwrapper è un altro esempio di collaborazione con l’ecosistema dei partner che stiamo sostenendo per realizzare applicazioni per APIC_EM di forte impatto. Per realizzare questa soluzione Italtel ha attinto alla propria competenza nelle telecomunicazioni. L’esempio di Italtel dimostra che i nostri partner possono sfruttare i loro punti di forza e le specifiche capacità per valorizzare l’approccio di Cisco SDN orientato al business oltre che per costruire nuovi modelli di business per le proprie soluzioni . Aver realizzato un controllo dinamico e centralizzato della rete, coerente con i requisiti delle applicazioni, consente a Italtel di far fare un grande passo avanti alle reti di comunicazione voce e video su IP per i propri clienti”. 

Netwrapper di Italtel è il risultato della stretta collaborazione tra Italtel e Cisco sulla tecnologia Enterprise SDN (vedi anche ENTERPRISE SDN– Italtel e Cisco rafforzano la collaborazione sulle tecnologie emergenti). Netwrapper sarà ufficialmente presentato al booth di Italtel (G11) al Cisco Live! EMEA a Berlino (15-19 febbraio 2016).

Per ulteriori informazioni circa la partecipazione di Italtel all’evento, visita http://www.italtel.com/it/media-center/eventi/item/cisco-live-europe-2016

Italtel rinnova i prodotti

Il programma di collaborazione punta a stimolare lo sviluppo di SDN e NFV

italtelItaltel, azienda leader nelle reti e servizi di nuova generazione e nella comunicazione All-IP, annuncia di essere entrata a far parte del programma Intel® Network Builders come ulteriore passo nel percorso di ridisegno dei suoi prodotti di rete quali il Session Border Controller (SBC) NetMatch, il Core Suite IMS, il Routing e Policy Server iRPS e la soluzione di WebRTC Embrace.

L’ingresso di Italtel nell’Intel Network Builders insieme al ridisegno dei prodotti di rete, che include l’implementazione di  funzioni di rete virtualizzate (VFN) migliora l’offerta di prodotti proprietari e soluzioni di rete di Italtel.

Attraverso la collaborazione con il programma Intel Network Builders, Italtel punta ad accelerare l’innovazione nel Software Defined Networking (SDN) e nella Network Functions Virtualization (NFV). Intel Network Builders è un ecosistema di importanti solution provider che permette l’accesso a un ampio catalogo di soluzioni testate e pronte per l’implementazione in ambienti di produzione. È disegnato per costruire e semplificare una infrastruttura SDN, rafforzare la sicurezza e migliorare l’efficienza nel networking, nel computing e nello storage.

Siamo molto soddisfatti di essere entrati a far parte di questo programma che ci permetterà di migliorare la nostra offerta di prodotti proprietari e le soluzioni di rete che proponiamo ai clienti”, ha commentato Federico Descalzo, Vice President e Chief Marketing Technology Officer di Italtel. “La collaborazione con l’ecosistema Intel ci offre l’accesso alle migliori tecnologie disponibili. Questa è per noi una grande opportunità per accelerare l’adozione e il deployment di soluzioni NFV e SDN”.

Agli inizi di quest’anno Italtel ha giocato un ruolo attivo nella strategia di Vodafone in ambito SDN e NFV, il cosidetto “Telco over Cloud”, e supportato attivamente l’implementazione di un ampio programma di evoluzione della rete di Vodafone Germania, in partnership con Cisco.

L’utilizzo che Italtel fa delle funzioni di rete virtualizzate (VNF) sia nell’ambito del “control plane” che nell’ambito dello “user plane” permette di ottenere performance equivalenti a quelle delle funzioni non virtualizzate, consentendo alle nuove soluzioni di rete basate su Voice over LTE, VoWiFi o WebRTC, di offrire servizi multimediali con alto throughput, alta affidabilità e sicurezza.

Un altro obiettivo chiave per noi è mantenere l’agilità e la flessibilità nell’ottimizzazione delle soluzioni NFV/SDN”, ha concluso Descalzo.

Maggiori informazioni su Italtel e sull’Intel Network Builders program sono disponibili al link https://networkbuilders.intel.com/ecosystem/italtel